torna alle news

Festival NavigArte 2017

20 Ottobre 2017 Attività

NavigAzioni fra danza, musica , arti visive alla Porta del Mar- 20 ottobre-27 novembre 2017

Movimentoinactor Teatrodanza Consorzio Coreografi Danza d’Autore

NavigArte 2017 VII edizione

NavigAzioni fra danza, musica, arti visive alla Porta del Mar

Pisa 20 ottobre-27 novembre

Movimentoinactor Teatrodanza Consorzio Coreografi Danza d’Autore

NavigArte 2017. NavigAzioni fra danza, musica, arti visive alla Porta del Mar

Giunge alla VII edizione NavigArte, il festival internazionale di danza, musica, arti visive alla Porta del Mar. Nato nel 2011 da un’idea di Movimentoinactor/ Con.Cor.D.A., con la direzione artistica di Flavia Bucciero, il Festival è sostenuto dalla Regione Toscana, dalla Fondazione Pisa e dal Comune di Pisa e può contare su prestigiose collaborazioni con la Fondazione Cerratelli, la Sezione UniCoopFi di Pisa, l’Università di Pisa. Per NavigaArte e per la città di Pisa, da sempre l’acqua rappresenta un elemento fondamentale, un veicolo di forte connessione con le altre città e culture. Per questo l’associazione e Compagnia Movimentoinactor/ Con.Cor.D.A. ha scelto il quartiere di Porta a Mare (Corte Sanac) come luogo per fare cultura e arte e stabilire la sua sede: Teatri di Danza e delle Arti, oggi diventata Residenza Artistica della Tooscana /R.A.T. Un tempo, infatti, questi luoghi dove confluivano il fiume e il mare, erano centri di scambio con tutto il bacino del Mediterraneo. Oggi rappresentano un avamposto importante per il futuro sviluppo della città, per noi sono le fondamenta di un’idea moderna di imprenditorialità culturale. Quest’anno il festival inaugura il 20 e il 21 ottobre con due spettacoli della Compagnia Didier Theron di Montpellier. Il 21 lo spettacolo Air alle Mura Pisane (ad ingresso libero) sarà una grande occasione per grandi e piccini per vedere i danzatori muoversi con agilità in enormi e spettacolari costumi gonfiabili

NavigArte comes to the 7th edition, navigating between dance, music and visual arts at Porta del Mar. For NavigaArte and for the city of Pisa, the water is a key element, a strong connection with other cities and cultures. In the past, the places where the river and the sea converged were centers of trade throughout the Mediterranean. Today represent an important outpost for the future development of the city, for us are the foundations of a modern idea of cultural entrepreneurship. NavigArte Festival is characterized by three elements: the transversal nature of artistic languages, the international vocation – with the presence of companies from abroad – and the choice of performances which suit public of any age. For the city of Pisa, NavigArte has become more and more an appointment awaited and appreciated by the general public and the press.

20/10/2017 h.21 – Teatro Nuovo , Piazza della Stazione, 1 - Pisa Compagnia Didier Theron: danza- dance LE JEUNE HOMME ET LA MORT- BOLERO-Coreografia Didier Theron

Costruite entrambe le coreografie sulla musica di M. Ravel, la prima rappresenta al tempo stesso il confronto con la scomparsa di 27.000 soldati il 22 agosto del 1944, i 114 Théron morti per la Francia tra il 14 e il 18, le vittime di Hiroshima del ’45, quelle del Bataclan del 13 novembre 2015. E’ uno spettacolo per trovare il modo di esorcizzare il dolore, di superare la paura, dove, contemporaneamente, si mette in campo la tragedia e l’aspetto ludico . La seconda intende inserire il Bolero nella percezione contemporanea del mondo, interrogandosi sul ruolo del sacro, insito nella composizione Built both of choreographies on the music of M. Ravel, the first one represents at the same time the comparison with the disappearance of 27,000 soldiers on 22 August of 1944, the 114 Théron dead for France between ‘14 and ‘18, the victims of Hiroshima of 1945 and those from Bataclan on the 13 November of 2015. It is a show to find out how to exorcise pain, to overcome fear, where it is brought into play the tragedy and the playful aspects. The second one is to insert Bolero questioning in our perception of the world and in in the role of the sacralization of the work .

21/10/2017 h. 19 – Piazza Viviano Viviani- Quartiere Porta a Mare-Pisa Compagnia Didier Theron: danza- dance AIR/ LES GONFLES-Coreografia Didier Theron ingresso libero-free entry

In caso di maltempo, lo spettacolo verrà realizzato in luogo coperto, nelle immediate vicinanze e indicato agli spettatori convenuti in piazza V. Viviani In case of bad weather, the show will be realized in covered place, very close, indicated to the viewers in the square V. Viviani

I danzatori si muovono in enormi costumi fatti di latex, gonfabili, che rispondono immediatamente agli impulsi del movimento, creando una coreografia con un armonioso rapporto con l’aria. I danzatori diventano un caleidoscopio di forme, di grande mobilità ed energia, creando, al tempo stesso, un effetto bizzarro e divertente. The dancers move in huge inflatable costumes made of latex which respond instantly to the impulses of the movement, creating a choreography with a harmonious relationship with the air. The dancers suggest the images of a kaleidoscope with great mobility and energy, creating at the same time a bizarre and entertaining effect.

27/10/2017 h. 21 - Teatri di Danza e delle Arti - Corte Sanac 87-98 – Pisa Compagnia Emotion: danza- dance GARBAGE GIRLS – Coreografia di Francesca La Cava E’ un viaggio poetico tra i rifiuti, tra immanente e trascendente, tra coloro che sono costretti a vivere “nella desolazione, testimoni della crudeltà della vita e dei suoi mille misteri”. E’ la storia poetica di donne che si “muovono” come se la strada fosse “il teatro della vita” . It is a poetic journey through the trash, between immanent and transcendent, among those who are forced to live in the wilderness, witnessing the cruelty of life and its myriad mysteries. It is the story of women moving as if the road was the theatre of life.

10/11/2017 h. 10 e h. 21 - Teatro Nuovo , Piazza della Stazione, 1 - Pisa Compagnia Atacama : danza – dance CAPPUCCETTO ROSSO-Coreografia Patriza Cavola e Ivan Truol (spettacolo particolarmente adatto ai bambini - performance particularly suitable for children) Gli autori, partendo dalla fiaba di Cappuccetto Rosso esplorano il contrasto tra il mondo luminoso e sicuro del villaggio e quello oscuro e insidioso della foresta. Andare nel bosco come metafora del percorso che ogni individuo deve affrontare per crescere, lasciando la sicurezza dell’infanzia per divenire adulto. The authors, from the fairy tale of Little Red Riding Hood explore the contrast between bright and safe environment of the village and the dark and insidious scenario of the forest. Going into the woods as a metaphor for the path that everyone must face in order to grow, leaving the safety of the child to become an adult. . 17/11/2017 h. 21- Teatri di Danza e delle Arti - Corte Sanac 97-98 - Pisa Compagnia Borderline: danza- dance IL CANTO DI ORFEO ARMONICO- Regia e coreografia Claudio Malangone “…La strada lunga di paure ormai compiuta, lui saliva all’aria della terra dietro ai passi diOrfeo……. e poi più non vide lui che vaghe ombre toccava, lui che voleva parlare della luce…”.Nell’atmosfera impalpabile dell’attesa e della dolorosa e masochistica reminiscenza del passatoi due protagonisti rimangono nello stesso posto, incatenati dalla separazione, dalla distanza, dal perdersi o dal non ritrovarsi. Uno studio sulla resistenza, sul dolore, sulla mancanza. “The long road of fears now accomplished,/Eurydice ascended towards the surface of the Earth/behind the steps of Orpheus/(…) he that vague shadows touched, he wanted/to talk about light.” In the intangible atmosphere of expectation and painful and masochistic reminiscence of the past the two protagonists remain in the same place, chained by separation, distance, from getting lost or don’t meet. A study on endurance, pain and absence.

19/11/2016 h. 11 – Supermercato UniCoopFi di Porta a Mare – Pisa Ensemble Collettivo Rituale : performance e musica- performance and music INSUBORDINAZIONI-Direzione Riccardo Vaglini Il Collettivo Rituale alle prese con fulminei atti quotidiani di insubordinazione metropolitana tra rotatorie stradali, parcheggi e supermercati. Opere di Giuseppe Chiari, Lee Heflin, Milan Knizak, Nam June Paik, Mieko Shiomi, Sara Tozzato, Riccardo Vaglini, Yoko Ono
The Collettivo Rituale has taken lightning with everyday acts of metropolitan insubordination between street rotations, car parks and supermarkets. Works by Giuseppe Chiari, Lee Heflin, Milan Knizak, Nam June Paik, Mieko Shiomi, Sara Tozzato, Riccardo Vaglini, Yoko Ono

21/11/2017 h. 21- Teatro Nuovo , Piazza della Stazione, 1 - Pisa Con. Cor.D. A/ Cia Movimentoinactor/ Cia Francesca Selva : danza- dance

Una serata dedicate alle compagnie costitutive del Consorzio Con.Cor.D.A. IO CHIARA, TU SCURA-coreografia Flavia Bucciero L’identità di due giovani donne: una scura, mediterranea, l’altra bionda, russa. Chi è straniera e chi è autoctona ? Chi nel suo paese e chi ospite ? L’era della globalizzazione le confonde e le fonde. Chi detiene il potere della cultura dominante e chi ne è succube ? I ruoli si scambiano in continuazione. Essere straniera a casa propria, essere a casa propria in una terra straniera e viceversa. Guardare il mondo con gli occhi di giovani donne per riconoscere che questo appartiene a tutti , da condividere, da soffrire e da amare.. The identity of two young women: one dark, Mediterranean, the other blonde, Russian. Who is a foreigner and who is indigenous? Who is in his country and who is host? The era of globalization confuses and melds it. Who holds the power of the dominant culture and who is dominated? The roles are continuously exchanged. Being foreign at home, being at home in a foreign land and vice versa. Watching the world through the eyes of young women to recognize that this belongs to everyone, to share, to suffer and to be loved.

AMORE AMARO-coreografia Francesca Selva Amore Amaro racconta la paura della fine che diventa essa stessa già fine, racconta il senso della perdita e dell’incomunicabilità. Il cuore degli amanti protagonisti sulla scena è sopraffatto dalla cadenza implacabile di una routine quotidiana. Un amore che finisce quasi solo per noia, tra ironie grottesche e cinismi spietati. Bitter Love tells the fear of the end that becomes itself already ending, tells the meaning of loss and of incompatibility. The heart of the lover’s protagonists on the scene is overwhelmed by the implacable cadence of a daily routine. A love that ends almost only by boredom, among grotesque irony and ruthless cynicisms.

26/11/2017 h. 17; 27/11/2017 h.10- Teatri di Danza e delle Arti - Corte Sanac 97-98 - Pisa Compagnia Asmed/Balletto di Sardegna: danza- dance IL VENTO E LA FANCIULLA- Regia Senio G. B. Dattena, coreografia Cristina Locci (spettacolo particolarmente adatto ai bambini - performance particularly suitable for children) E’ una fiaba che prende spunto da antiche leggende della Mongolia. È una fiaba che ha tutte le caratteristiche della fiaba tradizionale, compresa quella di rivolgersi a un pubblico eterogeneo di piccoli e grandi, perché le fiabe sono per tutti e soprattutto, a dirla con Calvino, perché “le fiabe sono vere”. It is a fairy tale that is inspired by ancient legends of Mongolia. It is a fairy tale that has all the features of the traditional fairy tale, including the one to turn to a diverse audience of small and big, because fairy tales are for everyone and above all, to say it to Calvin, because “fairy tales are true”.

Presentazioni e performances delle Compagnie ospiti in residenza artistica presso il Consorzio Con.Cor.D.A. /R.A.T. (Residenze Artistiche della Toscana)– Teatri di Danza e delle Arti -Ingresso libero Presentations and performances of guest companies in artistic residence at the Consortium Con.Cor.D.A./R.A.T. (Artistic Residences of Tuscany)- Teatri di Danza e delle Arti -Free Entry 01/11/2017 h. 21 Teatri di Danza e delle Arti - Corte Sanac 97-98 – Pisa-Ingresso libero-free entry Presentazione degli Studi al termine della Residenza VALAR. MIGRAZIONI DI UOMINI E DEI-teatro-theater di Policardia Teatro condotta con un gruppo misto di italiani e migranti stranieri-Direzione Andrea Elodie Moretti “Valar” ha origine da “IL SILMARILLION” di J. R. R. Tolkien, e accoglie la migrazione come fatto necessario e positivo, come seme primigenio della nostra cultura nazionale, figlia di immigrazione e emigrazione. “Valar” originates from “IL SILMARILLION” by J. R. R. Tolkien, and welcomes migration as a necessary and positive thing, as the primal seed of our national culture, daughter of immigration and emigration. 24/11/2017 h.21 Teatri di Danza e delle Arti - Corte Sanac 97-98 – Pisa-Ingresso libero-free entry Presentazione della Residenza Artistica TRITTICO.CANTILLAZIONI-danza, teatro di figura, musica-dance, puppetry ,music di Amalia Franco Anna Moscatelli, Renata Frana

A TU PER TU

Dopo gli spettacoli sono previsti brevi incontri tra gli artisti autori e gli spettatori. Esaudire curiosità, entrare nel vivo della costruzione artistica, avere la possibilità di incontrare gli interpreti, questo lo scopo degli incontri post-spettacolo in un clima di intimità e vicinanza tra artisti e spettatori. Short meetings between the artists and public are planned after the performances.Satisfy curiosity, getting to the heart of the artistic construction, having the possibility to meet the performers, this is the purpose of the post-performance meetings in an atmosphere of intimacy and closeness between artists and audiences.

BIGLIETTI - TICKETS

Intero - Standard Ticket € 7

Ridotto* - Reduced Ticket* € 5

  • (studenti universitari, soci coop, residenti quartiere Porta a mare - Cep - Barbaricina, studenti scuole di danza, musica e teatro - university students, COOP members, district residents Porta a mare - Cep - Barbaricina, students of schools of dance, music and theater).

Direzione Artistica: Flavia Bucciero Ufficio Stampa : Natascia Maesi Service Luci e Audio: Luciano Spera

INFO E PRENOTAZIONI - INFO AND BOOKINGS

Teatri di Danza e delle Arti - Corte Sanac 97/98 - Pisa (+39) 050 501463 – movimentoinactor@tiscali.it www.movimentoinactor.it

Con il sostegno di Regione Toscana/R.A.T (Residenze Artistiche della Toscana), Comune di Pisa, Fondazione Pisa, UnicoopFi Con la collaborazione di Fondazione Cerrratelli , Corso di Laurea in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione Università di Pisa

torna alle news