torna alle news

FESTIVAL NAVIGARTE 2021 Pisa 8 settembre-9 ottobre 2021

08 Settembre 2021 Attività

Movimentoinactor Teatrodanza e Consorzio Coreografi Danza d’Autore

presentano

NavigArte 2021 XI edizione

NavigAzioni fra danza, musica, arti visive alla Porta del Mar

Pisa 8 settembre-9 ottobre

Il Programma

8/09/2021-h.21.30 Giardino Scotto-Lungarno L. Fibonacci, 2-Pisa PEPPE SERVILLO (voce) CRISTIANO CALIFANO (chitarra) IL RESTO DELLA SETTIMANA tratto dall’opera omonima di Maurizio De Giovanni. In collaborazione con Binario Vivo Peppe Servillo, accompagnato alla chitarra da Cristiano Califano , interpreta alcuni brani tratti dal libro omonimo di Maurizio De Giovanni , scrittore noto al grande pubblico per essere , tra l’altro , l’autore della sceneggiatura e dei libri di riferimento de “Il Commissario Ricciardi” e “I Bastardi di Pizzofalcone” serie televisive che hanno riscosso un enorme successo di audience Il titolo rimanda al tempo trascorso in un piccolo bar dei Quartieri Spagnoli a Napoli prima e dopo l’appuntamento con la partita degli azzurri, dove una varietà di persone si da il la per commentare, senza barriere di censo, i fatti calcistici e non della settimana, svelando di se non solo la propria natura di tifosi ma anche quella umana tout court che ci introduce all’umore e alla storia di una città meravigliosa che resta da sempre un vero e proprio teatro all’aperto.

11/09/2021-h.17.30- Parco di San Rossore-Pisa-Ritrovo Rotonda Cascine Vecchie CON.COR.D.A./MOVIMENTOINACTOR-Pisa PINOCCHIO AROUND THE PARK-Site Specific-Ideazione e Coreografia Flavia Bucciero Spettacolo adatto a tutti i pubblici-Ingresso Gratuito-Biglietto per il percorso in trenino €6 Pinocchio around the Park è un Site specific ambientato nel Parco Regionale San Rossore Migliarino . Il pubblico si concentrerà presso la rotatoria delle Cascine Vecchie del Parco di San Rossore e con il trenino verrà trasportato in un’affascinante passeggiata artistica di danza, ispirata al Pinocchio di Collodi, negli incantevoli luoghi che hanno fatto da scenario per le riprese video a 360° di “Pinocchio on the Road” il progetto virtuale, interattivo , navigabile di Con.Cor.D.A./Movimentoinactor che nei mesi di giugno e luglio è stato fruibile dal pubblico di tutt’Italia , sulla Piattaforma On Theatre.Tv.

14/09/2021-h.17.00 e h.18.00- Largo Viviano Viviani-Pisa ASMED/BALLETTO DI SARDEGNA-Cagliari ZATO’ e YCHI- Progetto, regia e ideazione costumi Senio G.B. Dattena Con la collaborazione di Confesercenti Toscana Nord Spettacolo adatto a tutti i pubblici-Ingresso Gratuito Zatoychi, Zato’ per gli amici - o per i piu acerrimi nemici che non vogliono perder tempo a pronunciare per intero il suo nome, e un invincibile spadaccino cieco della tradizione giapponese. A lui in Giappone hanno dedicato numerose serie tv e di recente un bel film con contenuti ematici molto importanti, come pure quelli ironici. A lui si ispira la Compagnia ASMED in questa breve e intensa performance. Chi, conoscendolo, volesse individuarne nel nostro lavoro le tracce, le ritroverà nell’ironia che a tratti lo permea, oltre che in un oriente mitico reinventato. Zatoychi divide in due la sua anima, scindendosi in forma maschile e femminile, e diventa Zato’ & Ychi’, due samurai che si scontrano in tre cruentissimi combattimenti, sostenuti e incalzati nel loro serrato confronto da clangori metallici e dal ritmo profondo delle percussioni.

17 /09/ 2021 - h. 21.00 e h. 21.45 Giardino Scotto-Lungarno L. Fibonacci, 2-Pisa h. 21.00 CON.COR.D.A./MOVIMENTOINACTOR-Pisa LA NONA. Quel che resta di noi e della terra. Prima Nazionale Ideazione e Coreografia Flavia Bucciero Assistente alla coreografia Elisa Paini con Daniele Del Bandecca, Pauline Manfredi, Elisa Paini, Luca Tomao L’intento che percepiamo nella musica di Beethoven e che rappresenta il tema di base del lavoro, è quello di cercare di saldare quella frattura tra genere umano e Natura, che ha rotto l’armonia delle origini . La mancanza di armonia genera malattia e morte. Questo tema , evidente già dalle prime note, è estremamente attuale. Nulla può tornare com’era in origine, ma tutto deve necessariamente trasformarsi in qualcosa di diverso, di più evoluto sia nelle relazioni uomo natura , sia in quelle tra gli uomini, in un tutto inscindibile. E’ necessaria una rigenerazione, passare attraverso la sofferenza e la morte, intesa come catarsi, per dare luogo a un nuovo ordine. L’elemento Natura è presente sin dal principio della sinfonia, dove il primo movimento può essere visto come il momento della creazione dal caos, e man mano che l’esecuzione avanza, il caos scompare, o per meglio dire, si trasforma per raggiungere una nuova sintesi .h. 21.45 PROART-Brno (Repubblica Ceca) BROKEN LIVES Coreografia Martin Dvo?ák In Italiano il titolo dello spettacolo recita “ Vite spezzate” . Danuše, Stanislav, Ji?í, tre destini travagliati del 1969. I ricordi di “agosto” dell’anno precedente hanno spinto molti giovani nelle strade di Brno, poiché erano ancora insoddisfatti dello sviluppo politico dopo l’occupazione e volevano esprimere liberamente la loro opinione o forse per ricordare le vittime delle “torce vive”. Tuttavia, per tre di loro questo giorno di agosto è diventato fatale. In circostanze ancora poco chiare, nel centro di Brno sono stati colpiti dalla milizia e uccisi Danuše Muziká?ová, Stanislav Valehrach e Ji?í Šev?ík.

18 /09/ 2021 - h. 21.00 e h. 21.45 Giardino Scotto-Lungarno L. Fibonacci, 2-Pisa h. 21.00 PROART-Brno (Repubblica Ceca) BROKEN LIVES Coreografia Martin Dvo?ák h. 21.45 MANDALA DANCE COMPANY-Ladispoli (RM) SAVE THE EARTH Concept, Coreografia e Regia Paola Sorressa Save the Earth è un dittico coreografico dedicato ai temi ambientali La prima coreografia si ispira all’acqua, elemento essenziale per la sopravvivenza umana, è da sempre simbolo di Vita ma anche di conoscenza, saggezza, purificazione e guarigione. Collegata all’aspetto femminile, è simbolo di mutevolezza e di adattabilità. Nella seconda coreografia, l’autrice consapevole dell’immensa bellezza della Terra che ci ospita, vuole lanciare un messaggio di sensibilizzazione affinché proprio dall’uomo parta la volontà di cambiamento per una nuova rinascita.

19/09/ 2021 - h. 21.00 e h. 21.45 Giardino Scotto-Lungarno L. Fibonacci, 2-Pisa h. 21.00 EGRI BIANCO DANZA-Torino RACCONTA-MI-RACCONTO Ideazione e Coreografia Rahael Bianco Lo spettacolo nasce come sviluppo di un format innovativo, che ha preso il via a inizio 2021 in forma digitale e pensato allo scopo di avvicinare virtualmente pubblico e danzatori creando un confronto diretto. Il progetto, ideato da Raphael Bianco, è stato pensato per dare testimonianza del momento storico emergenziale che abbiamo vissuto: per alcuni mesi gli artisti della Compagnia EgriBiancoDanza hanno raccontato se stessi attraverso coreografie in video, sollecitando il pubblico a scegliere il danzatore con cui trovava più affinità per lasciare un commento/testimonianza rispetto alla propria esperienza vissuta, diventando così in prima persona protagonista del processo creativo. La danza è stata progressivamente alimentata e sviluppata grazie ai commenti che ogni spettatore ha deciso di scrivere. h. 21.45 CON.COR.D.A./MOVIMENTOINACTOR-Pisa LA NONA. Quel che resta di noi e della terra. Prima Nazionale Ideazione e Coreografia Flavia Bucciero Assistente alla coreografia Elisa Paini

21 /09/ 2021 - h. 21.00- Teatri di Danza e delle Arti-Corte Sanac 97-98-Pisa CHILLE DE LA BALANZA-Firenze SIETE VENUTI A TROVARMI ? di e con Matteo Pecorini “Siete venuti a trovarmi?” mette in scena il diario di un paziente dell’ex Ospedale Psichiatrico di San Salvi a Firenze. A.L., queste le sue iniziali. E’ un carabiniere del sud trasferitosi a Firenze nei primi anni ‘70. La lontananza da casa, la perdita delle proprie radici ed altri cambiamenti improvvisi, concorrono ad acuire le fragilità di quest’uomo, facendolo cadere in un “esaurimento” che la società avrà la pretesa di guarire mediante internamento in manicomio. Presentato con successo in molti festival in tutt’Italia, è teatro dell’incontro, o per meglio dire, del desiderio e dell’attesa dell’incontro, speranza rincorsa da A.L. e in fondo oggi da tutti gli spettatori.

26 /09/ 2021 - h. 19.00- Terrazza- Corte Sanac- Pisa FIKA CONTEMPORANEA DANZA/MARCO BECHERINI- Firenze/Marsiglia TANDEM Coreografia Daniele Del Bandecca, Sara Campinoti Regia Marco Becherini Lo spettacolo rappresenta la restituzione della Residenza artistica realizzata nel giugno scorso dalla Compagnia Fika Contemporanea Danza e da Marco Becherini nel giugno scorso a Teatri di Danza e delle Arti a Pisa. Liberamente tratto da un racconto del libro Online di Alidaria, Tandem indaga la naturaprofonda dell’amore e il suo ciclo vitale. Si chiede se il sentimento può morire, e, eventualmente, in cosa consiste la sua morte. Il progetto nasce dall’esigenza di rendere esplicito ciò che davvero succede nella pancia di due persone che intraprendono un viaggio insieme, mettendo in evidenza le dissonanze che spesso si creano tra le loro azioni quotidiane e l’effettivo dialogo delle loro anime. La ricerca degli interpreti, attori e danzatori, ha un punto di partenza comune che è un testo, o più precisamente una storia. Il testo nel percorso di ricerca è stato lentamente scomposto, aggiustato, smembrato e poi lentamente abbandonato lasciando spazio a una più organica fusione dei vari linguaggi del corpo. Progetto Artisti nei Territori Con.Cor.D.A

03/10/2021- h, 17.30- Teatro Nuovo- Piazza della Stazione-Pisa TAM TEATROMUSICA - Padova L’ATLANTE DELLE CITTA’ Ideazione, Regia, Interpretazione Antonio Panzuto Spettacolo particolarmente adatto a bambini e ragazzi Lo spettacolo si sviluppa attorno ad una macchina scenica che si apre e si trasforma sotto gli occhi dei bambini diventando aereo ad elica, bicicletta, lanterna magica, atlante di città dove si nascondono storie, personaggi, racconti, immagini, disegni: figure di un film che inizia e si svela lentamente. Appaiono così le Città Invisibili, infilate nei cassetti, tra sportelli e nascondigli, città capovolte, immerse nell’acqua, ricamate di carta, ritagliate nel rame, costruite di corda e di spago, appese a fili sottili e trasportate da cigolanti carrucole. Lo spettacolo si ispira alle “Città Invisibili” di Italo Calvino. Calvino gioca con le parole e ci spedisce messaggi interplanetari facendoceli trovare per caso sotto la tazza del caffè. La difficoltà è nel saperli riconoscere Antonio Panzuto è figura atipica nel panorama teatrale italiano, è un demiurgo gentile, un artista della scena che sfugge alle etichette con sorridente discrezione. Le sue macchine teatrali sono abitate da oggetti e figure azionate a vista tramite grovigli di fili: mescolando legni e metalli, corde e tessuti, produce visioni secondo i segreti dettami di una drammaturgia pittorica che procede per affinità e corrispondenze

05/10/2021- h.19 .00- Teatri di Danza e delle Arti-Corte Sanac 97-98-Pisa GRUPPO NANOU/STEFANIA TANSINI-Ravenna MY BODY, MY SPACE di Stefania Tansini (prova aperta al pubblico) Progetto vincitore bando TOSCANA TERRA ACCOGLIENTE /Artisti nei Territori Con.Cor.D.A. /R.A.T. Ingresso Gratuito La prova aperta al pubblico rappresenta il momento finale della Residenza artistica, ospitata da Con.Cor.D.A. presso Teatri di Danza e delle Arti , nell’ambito del Progetto di R.A.T. “Toscana Terra Accogliente”, come primo step del progetto vincitore “My Body, My Space” di Stefania Tansini

Un’affermazione di vita. Un’accettazione disarmata del nostro essere fragili, vulnerabili, precari. Tutto quello che siamo e che facciamo è sempre ad un passo dal limite. Tre corpi. Ognuno vicino a sé stesso, ognuno in una ricerca individuale, che si proietta verso l’altro. In che modo? Con quale limite? Come stanno? Cosa fanno? Qui sta la ricerca formale. Nel trovare un linguaggio che trasli le regole del gioco della vita, in una composizione non tanto coreografica, quanto esistenziale

09 /10/ 2021 - h. 21.00- Teatri di Danza e delle Arti-Corte Sanac 97-98-Pisa BORDERLINE DANZA-Salerno DEPENDESPORTS Coreografia e Danza Antonio Formisano DependEsports è un progetto coreografico che nasce dalla necessità di raccontare uno spaccato esperienziale dell’autore: la dipendenza da videogames. La volontà è proporre una visione della realtà virtuale, specificamente quella degli Esports, considerata per nerd o accompagnata da pregiudizi prevalentemente negativi nella visione massmediatica. Generatori di tendenze patologiche negli adolescenti, gli Esports sono un fenomeno in espansione mondiale di grande impatto sociale, dalle potenzialità ancora del tutto inesplorate. DependEsports, si colloca al confine tra il benessere e il malessere derivato dall’uso dei videogames

torna alle news